Skip to content

Gojira, Girls & Georges

11 luglio 12017

Dopo aver passato un piacevole weekend allungato di quattro giorni per spezzare la noja con un viaggetto tedesco, stamani (anzi, ormai ierimani) Berlino mi ha salutato piovendo, e mica poco.

Per cui, stufo del temporale, sono andato in aeroporto in colossale anticipo sul necessario. E lì, la gentile (e secondo me materassabilissima) quarantina addetta al check-in è riuscita a trovarmi un posto per il volo precedente fino a Monaco. Perché c’era il serio rischio che il mio volo per Monaco finisse cancellato per il maltempo avanzante. La ringrazio e scappo per il boarding di lì a dieci minuti.

Taccio delle figure alla dogana raggiunta di corsa (spiccioli per terra, il metal detector che continuava ad accusarmi anche quando l’unico metallo che avevo indosso era il ferro nel sangue, cose così) e del come la bionda e giovine hostess Lufthansa, vedendomi sull’aereo accaldato come una stufetta e gocciolante come un rubinetto aperto, mi abbia portato subito un bicchier d’acqua e bottiglia annessa per eventuali rabbocchi prima ancora che mi sedessi.

A Monaco, dove son stato in attesa a lessare per quattro ore (perché intanto, giusto per il maltempo, anche l’aereo che doveva portarmi a Genova è partito con un’oretta di ritardo) mentre andavo con calma al gate, una ragazza che correva ahimé nella direzione opposta mi ha urlato “I love your t-shirt, Godzilla!” appellativo che meritavo non solo per la stazza e l’agile andatura in quel momento dimostrata, ma perché era proprio il buon vecchio Gojira che faceva bella mostra di sé sulla maglietta -ormai sudata oltre l’inverosimile- di oggi.

Insomma, alla fin fine rientro a casa poco dopo mezzanotte e se nessuno dei vicini ha chiamato la buoncostume per i versi che ho emesso durante la tanto agognata doccia, vuol dire che erano tutti in vacanza.

Come sigla del mio rientro umido e caldo da Berlino non carico Alexanderplatz di Milva o Lili Marleen magari con la Marlène, ma -mi sembra il caso- la canzone Les Passantes del caro vecchio Georges Brassens

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: