Skip to content

Intervallo – Lisbona (non più in diretta)

13 novembre 12015

GuaxinãoGuaxinão
di Bordalo II (pseudonimo di Artur Bordalo)

E dopo i pesci rossi di Bordalo II ricordo la mia recente fuga lisboeta con un’altra opera dello stesso artista, trovata a Belém, proprio di fianco al Museu Berardo, una delle mie tappe obbligate ad ogni visita sul Tejo.

Stavolta la rumenta raccattata e riciclata forma l’allusiva immagine di un avido procione, anzi di un grosso procione (che poi è questa la traduzione del titolo) anche se nella mia discutibile foto si fatica un po’ a notare la presenza degli unghioni che tengono stretto il bottino nella metà inferiore dell’opera.

Annunci
One Comment leave one →
  1. 13 novembre 12015 04:47

    Adoro le opere di Bordalo II, lo seguo praticamente sin dal suo esordio. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: