Skip to content

Intervallo – dal marché aux puces de Saint-Ouen II

23 marzo 12014

Riallacciandomi al precedente post sul mercato delle pulci di Saint-Ouen ecco una piccola selezione di oggetti… ehm… di arredamento, sì, diciamo così; che mi hanno dato maggiormente da pensare.

Le due famose domande “Ma questo chi se lo tiene in casa?” e “Ma questo chi se lo poteva tenere in casa?” continuavano ad echeggiarmi in testa.

DSC04528_800 DSC04553_600
DSC04527_600 DSC04529_800
J’en passe, et des meilleurs, come si dice, ché per fare le foto è a Saint-Ouen buona regola chiedere sempre il permesso agli espositori (che in genere, ad essere cinici ed onesti, hanno più l’aria di vecchi giostrai o di maîtresses in disarmo che di raffinati antiquari, nonostante la clientela “più che bene” che ho visto bazzicare nel dedalo polveroso delle viuzze)E non è che gli espositori diano sempre il permesso, tutt’altro! Una delle similmaîtresse citate dianzi, mi ha chiaramente detto che se avevo intenzione di comprarlo (si trattava, occorre precisarlo, di un quadro moooooolto osée e moooooolto kitsch), potevo fotografarlo, altrimenti non se ne parlava.

Mi chiedo quale misterioso motivo sia alla base di questa “riservatezza”. Paura di non so quale concorrenza? Il timore che qualcuno possa copiare o riprodurre il (ehm) capolavoro? Accetto tutte le ipotesi.

Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: