Skip to content

Abortire tra gli obiettori

14 luglio 12012


Abortire tra gli obiettori
Laura Fiore
ed. Tempesta

Come mio solito, cerco sempre nuovi motivi per provocarmi un travaso di bile.

È recente l’ultima sconfitta delle forze medievali credine che volevano ancora una volta colpire la legge 194.

Bazzicando sull’argomento, ho trovato in giro questo libro. E ovviamente me lo son comprato. Ma confesso che non ho avuto ancora il coraggio di leggerlo.

Anche perché, appena preso, l’ho sfogliato e ho letto solo uno dei documenti in appendice, la lettera di una donna che ha scritto a Corrado Augias su Repubblica per narrare l’incubo nel quale è finita per una IVG (alla quale ha dovuto ricorrere per problemi sanitari, una malfomazione cerebrale del figlio “incompatibile con la vita”), costretta dall’ipocrisia della legge a trattare con medici sedicenti “obiettori di coscienza”.

Ho trovato abbastanza aberrante tutta la storia, particolarmente la parte finale. Il grassetto è mio, indica i passaggi che maggiormente mi ripugnano.

Sono confusa e scioccata, piango, li sento parlare di formaldeide, di inceneritore, di scarti organici, e mi sento dire che mi stanno facendo un favore a ripulirmi, perché avrebbero dovuto attendere il medico non obiettore. Grido che sono anch’io un essere umano, che ho solo voluto salvare il mio bambino dalla sofferenza e che il loro mestiere dovrebbe essere di cura ed assistenza, non di giudizio e condanna. Dico anche che scriverò le pene che ho dovuto passare. Di colpo diventano più gentili, finalmente mi mandano a casa. Chiedo: se l’obiezione di coscienza è una questione morale, non è immorale abbandonare una donna ad affrontare tutto da sola sopportando angherie e umiliazioni?

In tutta sincerità, non garantisco di riuscire a leggere il libro. Forse sotto sedativi. E col Maalox a portata di mano.


Advertisements
3 commenti leave one →
  1. 16 agosto 12012 06:12

    Sono l’autrice del libro: non importa se non riesci a leggerlo: l’importante è che tu abbia saputo e contribuito a far sapere in giro cosa comporta l’obiezione di coscienza. Grazie. Laura Fiore

  2. mamma permalink
    16 agosto 12012 06:25

    Anche io vent’anni fa, dovendo ricorrere a una IVG, mi sono trovata davanti a questi criminali che mi hanno chiamata assassina e mi hanno forzata a guardare lo schermo dell’ecografia. Ma allora ero giovane e non sono riuscita a fare denunce né a parlarne, anche perché sono pochi quelli che sanno che ho fatto l’IVG. Ora che sono mamma da tanti anni soffro ancora al pensiero di quello che ho passato nell’ospedale della mia città.

  3. Grace2 permalink
    2 ottobre 12012 05:31

    Non vedo l’ora di acquistare il libro! Anche io sono dovuta ricorrere all’IVG perchè la mia bimba non era sana e, per fortuna, ho trovato dei medici non obiettori (facendo i salti mortali perchè ce ne sono davvero pochi) che mi hanno trattato bene, comprese le infermiere. La scelta di non far nascere il tuo bambino provoca delle lacerazioni interne che non si possono spiegare e solo chi ha avuto questa esperienza può capire. Nella tua testa rimbomba il pensiero “stai uccidendo tua figlia”……”stai uccidendo tua figlia” ed è angosciante. I mesi successivi sono stati un inferno per me. Ho preferito non far nascere mia figlia per protteggerla dalla sofferenza e dalla cattiveria del mondo che ci circonda, non per egoismo (tutti vogliamo che i nostri figli siano perfetti), ma chi giudica questa scelta 1) non capisce il senso 2) non si è trovato nella stessa situazione. Ritornando indietro rifarei la stessa cosa, anche se non passa giorno senza pensare al mio angioletto. Le donne devono continuare ad avere la possibilità di scegliere per la serenità dei loro figli…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: