Skip to content

Premi Ig Nobel 2011

2 ottobre 12011

Spulciando sui media, mi sembrava che quest’anno i premi Ig Nobel, (ricordo, assegnati ogni anno a cura del comitato per le Ricerche Improbabili per ricerche scientifiche “di dubbia utilità” vere e documentate, si veda anche wikipedia) fossero un po’ sottotono.

Si parlava, soprattutto e giustamente, del sindaco di Vilnius, divenuto celebre grazie ad un video, reperibile su youtube.

Ma andando a controllare sul sito, ho visto che ci sono sempre cosine sfiziose. Io ovviamente sono interessato al premio matematico, ma anche quello per la chimica non è male.

Tradotti sempre alla cinofallica dal sito ufficiale, ecco i premiati del 2011:

FISIOLOGIA: Anna Wilkinson (Regno Unito), Natalie Sebanz (Olanda-Austria-Ungheria, in pratica l’ultima cittadina dell’impero asburgico), Isabella Mandl (Austria) e Ludwig Huber (Austria) per lo studio “Nessuna prova di contagio nello sbadiglio per le tartarughe dal piede rosso” (le mie conoscenze zoologiche non mi permettono di sapere se la tartaruga dal piede rosso il cui nome ho tradotto letteralmente sia effettivamente una specie o genere riconoscibile in italiano: per i pignoli, il nome scientifico pare sia Geochelone carbonaria)

CHIMICA: Makoto Imai, Naoki Urushihata, Hideki Tanemura, Yukinobu Tajima, Hideaki Goto, Koichiro Mizoguchi e Junichi Murakami (ovviamente giapponesi: i nipponici agli Ig Nobel non mancano mai) per aver determinato la concentrazione ideale di wasabi nebulizzato (il wasabi è quel condimento verdastro e iperpiccante, a base di rafano, che si accompagna al sushi e che a me piace da morire, come pure, sembrerebbe, a Jean Renonecessario per svegliare una persona addormentata in caso di incendio o di altra emergenza, e per aver applicato tali studi alla costruzione di un sistema di allarme basato sul wasabi (forse la cosa più strana è la costruzione di questo allarme…)

MEDICINA: Mirjam Tuk (Olanda – Regno Unito), Debra Trampe (Olanda) e Luk Warlop (Belgio). insieme a Matthew Lewis, Peter Snyder e Robert Feldman (USA), Robert Pietrzak, David Darby, e Paul Maruff (Australia) per aver dimostrato che le persone prendono le migliori decisioni in alcuni campi – ma le peggiori in altri – quando hanno un impellente bisogno di urinare (può sembrare una ricerca banale; ma vorrei far comunque notare che i paesi dei premiati sono tutti ad alta consumazione di birra)

PSICOLOGIA: Karl Halvor Teigen  dell’Università di Oslo, per aver cercato di comprendere perché, nella vita di tutti i giorni, le persone sospirano (quell’aver cercato getta, temo, un’ombra di insuccesso sulla ricerca)

BIOLOGIA: Darryl Gwynne (Canada-Australia-Regno Unito-USA) and David Rentz (Australia- USA) per aver scoperto che un certo tipo di scarabeo (il maschio delle Buprestidae, dette anche scarabei gioiello) si accoppia con un particolare tipo di bottiglia di birra (fino a morirne, pare, e non c’entra la birra: è proprio la bottiglia a farlo uscire pazzo; per i guardoni, incollo in fondo al post le foto sexy della ricerca)

LETTERATURA: John Perry, professore di filosofia alla Stanford University, USA, per la sua Teoria della Procrastinazione Strutturata: ovvero, per ottenere degli ottimi risultati, bisogna occuparsi di qualcosa di importante usandolo come scusa per evitare di occuparsi di qualcosa di ancor più importante

FISICA: Philippe Perrin, Cyril Perrot, Dominique Deviterne e Bruno Ragaru (Francia), e Herman Kingma (Olanda: l’Olanda quest’anno ci dà dentro), per aver scoperto perché gli atleti lanciatori di disco soffrono di vertigini dopo il lancio mentre questo non avviene per i lanciatori di martello

MATEMATICA: Dorothy Martin (USA) che aveva previsto che il mondo sarebbe finito nel 1954, Pat Robertson (USA) che aveva previsto che il mondo sarebbe finito nel 1982, Elizabeth Clare Prophet (USA) che aveva previsto che il mondo sarebbe finito nel 1990, Lee Jang Rim (Corea) che aveva previsto che il mondo sarebbe finito nel 1992, Credonia Mwerinde (Uganda) che aveva previsto che il mondo sarebbe finito nel 1999 e Harold Camping (USA) che aveva previsto che il mondo sarebbe finito il 6 settembre 1994 e successivamente ha previsto che il mondo finirà il 21 ottobre 2011, per aver insegnato al mondo a fare attenzione nel determinare ipotesi matematiche e nell’eseguire i calcoli

PACE: Arturas Zuokas, sindaco di Vilnius, capitale della Lituania, per aver mostrato che i problemi di parcheggio illegale delle macchine di lusso possono essere risolti con un carro armato (il video citato prima: in fondo è un’interessante evoluzione dell’antica speranza pacifista di convertire le spade in vomeri…)

Ah, come promesso,
ecco le foto osé degli scarabei gioiello
infoiati dalle bottiglia di birra
(premio per la BIOLOGIA)

Pare che gli entomologi più accorti
siano in grado di riconoscere,
soprattutto nella prima foto,
lo stato di priapica eccitazione
dell’insetto. Purtroppo io
non sono in grado di fornire
indicazioni al proposito


Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: