Skip to content

Letture – Tutto deve crollare

26 agosto 12011

Tutto deve crollareCarlo Cannella
Tutto deve crollare

Perdisa

Un inizio molto forte, una prima parte davvero intensa e piacevolmente “sgradevole”, con la descrizione di un mostro dei nostri giorni, arricchitosi con i bordelli in Brasile, e che continuerà a fare soldi con il traffico di bambini per trapianti dietro una facciata “perbene”. Già dalle prime pagine siamo trascinati nella feccia: l’uomo rapisce una bambina in Amazzonia per ridurla a proprio giocattolo sessuale e, con un vago e perverso desiderio di “immortalità”, per avere un figlio da lei. O meglio una figlia.

Tutta la prima parte, raccontata in prima persona da questo essere che ha ben poco di umano è potente, disturbante e impossibile da lasciare, se si eccettuano alcune “secche” nella navigazione ovvero dei brevi pippozzi anarco-filosofici nei dialoghi.

La parte successiva, dove l’io narrante diventa la figlia ormai maggiorenne, crolla miseramente; come il personaggio orrendo del padre era a suo modo “perfetto”, quello della ragazza è di una noia mortale e (selon moi) definito malissimo; si fa fatica a partecipare alla sua storia, anche perché le “secche” precedentemente accennate continuano e imperversano.

Tanto che nella breve parte finale, dove lo stile e la storia hanno di nuovo un notevole guizzo “verso l’alto”, quella che dovrebbe essere una esplosiva scena finale passa non dico inosservata ma insomma, non sconvolge più di tanto. Perlomeno non quanto (penso) l’autore avrebbe voluto.

Libro mezzo notevole e mezzo palloso, insomma, ma l’autore è da tenere presente.


Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: