Skip to content

P(r)ezzi di m…

5 agosto 12011

La nuova legge sui prezzi dei libri, in vigore da settembre, obbligherà tutti i venditori, negozi, siti o altro che siano a praticare uno sconto al massimo del 15%, e secondo i firmatari della legge (e quando c’è da fare una bischerata non ci sono confini politici: uno è un destro del PDL, l’altro un sedicente centrosinistro del PD; gente priva di cervello nella migliore delle ipotesi, nella peggiore con il cervello buono solo per concimar geranei -forse si intuisce come la penso al proposito) è stata fatta per difendere i piccoli librai dalla concorrenza sleale delle grandi catene di vendita.

Questo è quello che pensa una “piccola libraia” al proposito. Rispondendo proprio ad uno degli ipocriti firmatari della legge insultati or non è guari.

Io, nel frattempo, approfitto degli sconti esagerati che amazon.it sta facendo in quest’ultimo agosto di possibilità. alla faccia di Levi e Asciutti, ai quali auguro molti sconti per le medicine che spero servano loro copiose.

Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: