Skip to content

Dopo trentun anni

2 agosto 12011

Siamo ancora costretti a ricordare senza “sapere”. Anche se sappiamo. Anche se a ricordare non siamo solo noi, ma anche gl’imbecilli che volevano cancellarne il ricordo rimettendo in moto l’orologio e i vigliacchi che oggi (come un anno fa) a Bologna non saranno presenti per non farsi fischiare.

E spero che Cossiga lo abbiano messo a lavorare nelle caldaie dell’Inferno.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: