Skip to content

Paulo sed apto mihi

7 giugno 12011

Subito pensavo fosse una stronzata tipo American pie. Oltretutto con l’alieno che parla con l’accento da bauscia discotecaro, figurati.

Poi scopro che la voce che doppia l’alieno è quella di Elio, mica di Gerry Calà. Uhm.

Poi, che uno degli attori lo avevo già visto nell’ottimo L’alba dei morti dementi. Oh, toh.

Ora vedo un sito di arteriocattolici con il cervello (o quello che ne fa le veci) rimasto al medioevo che scaglia i propri anatemi contro questo filmetto da loro accusato addirittura di fare una citazione blasfema della resurrezione di Lazzaro… (temo sia una scena che ho visto nel trailer: l’alieno resuscita un uccellino per divorarselo subito dopo appena questo riprende a sbattere le ali, commentando “Beh? Io non mangio uccelli morti!” – e confesso che nonostante la mia iniziale prevenzione avevo comunque trovato la gag carina)

Insomma, penso che finirò proprio per andarlo a vedere questo Paul.

Ma  a parte l’antipubblicità talebana, un altro motivo legato al film mi ha fatto sorridere: nella recensione del sito MyMovies (ma temo anche in altre) nella trama si dice (almeno fino ad oggi, 7 giugno): “Negli ultimi 60 anni, un alieno di nome Paul (doppiato da Seth Rogen) è stato appeso fuori da una base militare top-secret...”

Immagine interessante, quella del povero marzianino appiccato a qualche muro della base per oltre mezzo secolo.

La spiegazione si trova sul sito IMDB, noto data base cinematografico on-line, dove la trama è descritt ain inglese come “For the past 60 years, an alien named Paul (voiced by Seth Rogen) has been hanging out at a top-secret military base. “

Ora, è vero che “has been hanging” potrebbe essere anche tradotto come “è stato appeso”  e che “out” significa “fuori” ma un traduttore appena appena decente sa benissimo che “hanging out” è un’espressione abbastanza conosciuta dell’inglese che significa “gironzolare, andare a zonzo”. Quindi, con buona pace del traduttore  il povero Paul ha passato sessant’anni in giro per la base, e non “appeso fuori”…

Okappa, pazienza, evidentemente qualcuno ha tradotto a capocchia o addirittura ha usato Babelfish nudo e crudo. Se avessi voglia di sparare alle mosche con un bazooka direi che è quello che succede se si fanno fare i lavori in fretta e furia e pagandoli niente con gente presa per fame, ma non vorrei esagerare…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: