Skip to content

Paranoje calendarie

25 gennaio 12011

Pare che quest’anno, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, mentre siamo nelle mani del governo che più di tutti sta facendo il possibile per buttare nel cesso quella stessa unità, il 17 marzo sia stato proclamato festa nazionale, ovvero “giorno rosso” a tutti gli effetti, uffici e scuole chiuse.

Io, che penso sempre e comunque solo il male, rifletto.

Già il 25 aprile quest’anno cade in concomitanza con il Lunedì dell’Angelo. E quindi avevo già il bieco sospetto che così attaccato a Pasqua figurati se non si cercherà di far passare il più in silenzio possibile la ricorrenza della Liberazione e della Resistenza: ubi major, non vorrai mica fare una sgarbo a Sancta Mater Ecclesia…

Oltretutto, in molti contratti, avrebbe dovuto essere rimborsato come festività non goduta. Con un bel 17 marzo in più, di giovedì che fa anche ponte, ecco lì che il numero delle festività torna a posto e puoi evitare i fastidiosi conti nelle buste paga.

Con la dovuta fanfara poi, dando il massimo risalto possibile alla NUOVA festività come VERA FESTA NAZIONALE, eccoti pronta una bella prova generale per abolire del tutto la fastidiosa ricorrenza antifascista senza farsi troppo rampognare del vecchio Presidente della Repubblica…

Paranoico? Probabile, ma come diceva uno dei nostri purtroppo più longevi politici, a pensar male si fa peccato ma in genere ci si azzecca…


Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: