Skip to content

Me da en la nariz

17 gennaio 12011

Una delle poche cose nelle quali  (stranamente) siamo stati più civili della Spagna, è che da noi il fumo è proibito da tempo nei locali pubblici. Invece i sudditi del re Giancarlo son giunti a questo salutare ma drammatico passo solo in quest’anno di disgrazia duemilaundici.

E ora su un blog castigliano si legge questa curiosa e “scottante” domanda sul tema ancora d’attualità: Da quando hanno proibito il tabacco, i bar puzzano di più?

Interessanti i commenti, sia sul blog ora detto sia sulla pagina Facebook del quotidiano el País che rilancia il post, e che vanno dalle classiche risposte in sdegnato TUTTO MAIUSCOLO dei talebani antinicotina (che abbiamo copiosi anche da noi: intendiamoci, io sono più che d’accordo con la legge che proibisce il fumo nei locali, ma ho notato e non da ieri una pericolosa tendenza al “libera il nazista che è in te” quando si parla di fumatori; prima o poi dovrò sfogarmi e scrivere due righe al proposito) passando per i tabagisti che cercano di portare avanti un’ipocrita linea di difesa del tipo “ora si sente un misto di sudore, di olio rancido…” quasi che il tabacco fosse una sorta di arbre magique universale (e comunque l’odore di tabacco, non stiamo a dircela, può anche piacere ed essere gradevole: e per l’ennesima volta, a scanso di talebano ottuso -tautologia- preciso che parlo di gradevole, non di salutare); difesa che provoca solo, oltre agli insulti dei talebani “anti” già detti, anche più spiritosi inviti all’igiene personale dei clienti o “innocenti” domande del tipo “ma che bar frequenti? ma tu vai al bar o nelle fogne? ma al bar, ti siedi al tavolo o ti chiudi nel gabinetto?” e un più che convincente “almeno la puzza di sudore non fa venire il cancro(forse è meglio trovare un’altra risposta a proposito dell’olio rancido…)

Temo però che, a dispetto dei talebani e della salute, possa esserci un fondo di verità nel possibile “peggioramento dell’atmosfera” a seguito della proibizione: come in sordina fa notare uno dei commentatori, “il fatto è che ora che non ci sono più le sigarette, in certi bar non accendono più l’aria condizionata…
Visto quel che penso dei baristi e dei commercianti (italiani e spagnoli) non sarò certo io a stupirmi 😉


Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: