Skip to content

Quarant’anni

12 dicembre 12009

Non ricordo come arrivò il libro a casa, forse lo comprò mio padre da qualcuno sul lavoro, più o meno un anno dopo i fatti di Piazza Fontana e l’omicidio di Pinelli.

L’ho ritrovato in questi giorni, coincidenza che non definirei junghiana, ravanando fra gli scaffali. Fogli brutti e ingialliti, foto sgranate, ma la colla ha (quasi) tenuto, miracolosamente. Ha un certo qual “sapore dell’epoca” e forse qua e là anche lo stile accusa il tempo trascorso.

Mi ha riportato alle immagini in bianco e nero del Telegiornale che a volte mi capitava di vedere prima di Carosello, a quando neanche decenne ne sentivo parlare dai miei, praticamente da subito convinti “innocentisti” nei confronti di Valpreda (sarà che era decisamente antipatico come i grandi innocenti, il povero Pietro: lui, Dreyfuss, mettiamoci anche Sofri…). Non capivo granché, ovvio, percepivo solo una vaga inquietudine (anche se all’epoca quasi non conscevo la parola “inquietudine” -e neanche “percepire“, probabilmente).

Una madeleine dal sapore non del tutto gradevole, insomma.

Ma visto che qualcuno si è preso la briga di mettere il testo completo in rete perché non dargli un’occhiata ogni tanto?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: