Skip to content

Novelle dalla Pescara

25 febbraio 12009

Prima qui e poi qui avevo parlato della storia degli Ateobus genovesi proibiti dal gestore pubblicitario, storia conclusasi con un contentino maffo per l’UAAR e con un patetico slogan molto politically correct (e quindi da me inviso 😦 )

Ci hanno riprovato, senza i bus, in quel di Pescara. Con dei manifesti e con l’azzeccatissimo slogan originale. E per fortuna stavolta non ci sono stati veti pubblicitarî. chissà il vate Rapagnetta che ne avrebbe detto.

Annunci
One Comment leave one →
  1. Giulio permalink
    27 febbraio 12009 12:09

    Il politicamente corretto secondo me è accreditabile da chi non aveva sognato di veder pubblicato loslogan precedente, ora come ora sa tanto di contentino ma vabbè…………………..finchè vivrà il cattivo di Starwars!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: