Skip to content

Pubblicità progresso

14 settembre 12008

Tramite (fra gli altri) Iconoplastica e Diario semistupido vengo a conoscenza di questa storia, nella quale una madre che aveva portato un figlio autistico ad un “evento” organizzato dal centro commerciale Carrefour di Assago (una sorta di giornata per i bambini con le macchine del film Cars) si è sentita insultata dal fotografo ufficiale  (fondamentalmente, perché il bambino rallentava la fila) nonché da una delle addette che con grande professionalità le ha detto, una volta conosciuti i problemi del bimbo “Ma se non è normale non lo deve portare in mezzo alla gente

Ora, la madre dopo un (comprensibile) momento di crisi ha scritto tutto nel proprio blog, inviando una lettera alla direzione del Carrefour. Lettera che si può leggere qui.

È tristemente banale supporre che l’unica parte che “smuoverà” la direzione del centro è quella finale, dove la madre avvisa di aver scritto anche a Striscia la notizia.
Io detesto Ricci e la sua trasmissione, ma purtroppo il Gabibbo è ormai uno dei pochi e rarissimi referenti per poter esporre pubblicamente certi problemi.

Dubito che sarei mai andato comunque in un centro Carrefour. Adesso men che mai. Soprattutto, non a quello di Assago.

Con preghiera di diffusione, grazie.

Annunci
3 commenti leave one →
  1. 15 settembre 12008 09:13

    Buongiorno.

    Il Gruppo Carrefour Italia è profondamente sorpreso e sinceramente dispiaciuto dell’accaduto riferito dalla Signora, fatto che non rientra assolutamente nelle nostre filosofie e nei comportamenti dei nostri collaboratori.

    Non possiamo che confermare che il nostro costante impegno è rivolto alla soddisfazione dei nostri Clienti, al totale rispetto delle loro esigenze ed aspettative, dai più piccoli ai più grandi.
    L’etica è alla base della nostra attività e condizione imprescindibile del comportamento dei nostri collaboratori.

    Il tour Disney Cars, realizzato presso il Carrefour di Assago e programmato in altri ipermercati della nostra rete che ne fanno da cornice, rientra pienamente in questo nostro impegno: abbiamo voluto offrire ai bambini ed alle loro famiglie un momento di divertimento.

    Affinché i piccoli frequentatori degli ipermercati potessero vivere per un attimo dentro la “favola”, l’organizzazione è stata curata nei minimi dettagli, anche attraverso l’ausilio di società esterne. Tutte le persone coinvolte sono state adeguatamente selezionate ed informate circa la filosofia aziendale ed i comportamenti necessari.

    Abbiamo preso contatto con la Signora con la volontà di approfondire l’accaduto affinché ogni responsabilità accertata venga punita con il massimo rigore.

    Ci auguriamo peraltro che un singolo sfortunato episodio non pregiudichi il rapporto di fiducia che siamo riusciti a costruire con le migliaia di Clienti che ogni giorno frequentano i nostri punti di vendita e che ci scelgono anche per i valori che contraddistinguono la nostra insegna.

    Molti cordiali saluti

    Gruppo Carrefour Italia

  2. 16 settembre 12008 12:33

    Purtroppo non sapremo mai se questa circolare anodina (e un po’ fuffosa) sarebbe stata inviata comunque “alla Signora” e tantomeno se sarebbero stati presi dei contatti (sarà poi vero? o il tutto si limiterà all’invio di millanta copie di questo commento a tutti i blog che parlano dell’avvenimento?) qualora la Signora suddetta avesse solo scritto una lettera senza la minaccia di “dirlo a Striscia” o senza il tam tam dei bloggers

    Ci sarebbe da ridire anche sulla scelta di certi termini che personalmente mi causano un eczema come “i piccoli frequentatori degli ipermercati”, ma cercherò di non infierire davvantaggio

    addenda: come segnala “la Signora” 🙂 i contatti con Carrefour ci sono stati veramente (e ammetto che anch’io mentre scrivevo i miei dubbi sapevo che stavo dando voce alla mia parte più cattiva, ma ogni tanto fa bene sputare tutto il veleno che si ha in corpo anziché tenerselo 😉 )
    E che le faccine sorridenti non ingannino: per quel che conto io, sarà comunque difficile vedermi entrare in un negozio, oh pardon, ipermercato Carrefour

Trackbacks

  1. Bis repetita « I Sogni Ferrosi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: