Skip to content

Contra ignavos

18 luglio 12008

Il ministro Brunetta (chiedo scusa per il termine) prosegue la sua personale crociata contro i fannulloni. Ora vuole stanare quelli che fingono di essere malati. E infischiandosene di quelli che malati lo sono davvero, decide di tagliare gli stipendi a tutti gli statali in malattia. Con visite fiscali di controllo a partire dal primo giorno.

Per carità, non che io voglia difendere chi si imbosca. Ma a parte intasare le ASL che dovranno fare i controlli medici (che poi costeranno pure questi controlli, no? E chi finirà per pagarli? Vediamo se indovino…) quale sarà il prevedibile risultato? Che i falsi malati non si ammaleranno più e resteranno a non fare una beneamata in ufficio a stipendio pieno, mentre i veri malati se lo prenderanno nel bocciòlo a stipendio ridotto, cornuti e mazziati. Ci voleva un professore universitario di economia per tirar fuori una pensata simile.

Tutto rientra nel grande programma di questo ripugnante governo che propone solo idee inutili quando non perniciose, ma che hanno un grande effetto sulla pancia del peggio del  belpaese: gli zingari rubano e rapiscono i bambini (e vai con le impronte digitali), gli statali non fanno un cazzo dal mattino alla sera (e qui si scatena il miniministro)… cosa resta da fare? Dunque, gli arabi sono tutti terroristi e tagliano le mani, potremmo mettere i militari davanti alle moschee; gli ebrei… com’è che erano gli ebrei? Mah, mi verrà in mente.

Ora attendiamo le reazioni dell’opposizione (di centrosinistra per insufficienza di prove). Ma sarà meglio non trattenere il fiato, nell’attesa.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: